La Regione Campania accoglie le richieste del sindaco di Eboli ed archivia la pratica del biodigestore
19/12/2017
immagine news

La conferenza dei servizi di questa mattina in Regione ha sancito  definitivamente che la strada seguita dal Comune di Eboli per risolvere  la querelle biodigestore era quella politicamente ed amministrativamente  giusta. E’ stato infatti verificato come il consorzio di aziende Desar  non abbia i titoli di proprietà dell’area e dunque non sia legittimato  alla realizzazione dell’impianto. Le indicazioni giunte dal Comune di  Eboli quindi sono state pienamente accolte dalla Regione Campania, che  adesso proprio grazie alle sollecitazioni dell’Amministrazione comunale  ha definitivamente archiviato la pratica del biodigestore. «Abbiamo  centrato l’obiettivo di garantire trasparenza degli atti e tutela del  territorio e dei cittadini - ha commentato il sindaco di Eboli, Massimo  Cariello -. Abbiamo guardato soprattutto alle proposte, analizzato gli  atti, trovato le soluzioni e provveduto ad indicare la strada migliore  attraverso la collaborazione istituzionale, che fin dall’inizio del nostro mandato ha fatto in modo che Eboli non fosse più un territorio  isolato, ma un tassello delle rete istituzionale provinciale e  regionale». La stessa Regione ha preso a modello le soluzioni indicate  da Eboli, a cominciare dal tavolo tecnico chiesto e proposto dal  sindaco, Massimo Cariello, che infatti la Regione ha convocato già per  giovedì prossimo.

Eboli, 19 dicembre 2017



  • Cure Termali
  • Cure Termali
    Il sindaco rende noto che, nell’ambito  degli interventi per la promozione dei Servizi Sociali questo Comune in collaborazione con le Terme Vulpacchio di Contursi, organizza un soggiorno pe ... 13/06/2018 Leggi tutto